Vitamina D

Vitamina D

0
Vitamina D

Sommario

    Nonostante il suo indispensabile apporto di calcio nella formazione delle ossa, non ci siamo mai preoccupati della sua carenza, anche per la facilità di reperire la sua fonte: il sole.

    Ma a metà del secolo scorso negli Usa, l’urbanizzazione e il cambiamento degli stili di vita, riducono il tempo di esposizione al sole della maggiora parte dei ragazzi, chiusi in casa o in mezzo ai grattacieli e per combattere il rachitismo la vitamina D viene aggiunta direttamente al latte.Poi cade nel dimenticatoio, soppiantata dai prodotti multivitaminici dei supermercati farmaceutici, ben più costosi e appariscenti.

    Eppure nell’ultimo anno sono stati fatti ben 2274 studi scientifici sulla vitamina D e sulla sua importanza. Ne è venuto fuori che è indispensabile non solo per il calcio e le ossa, ma che in molte altre parti del corpo vi sono dei ricettori di questa vitamina. Gli Annali di epidemiologia sostengono che vi è connessione tra assorbimento di D e abbassamento dei rischi di tumore al seno, alle ovaie e alla prostata. Da uno studio del National Cancer Institute emerge che chi assume più D riduce della metà il rischio di ammalarsi di tumore, mentre bassi livelli di D influiscono sull’Alzheimer, sulla sclerosi multipla e sul morbo di Parkinson, persino sull’autismo..

    Vitamina D:

    • fa perdere peso e riduce il diabete facendo lavorare meglio l’insulina, che brucia i grassi
    • Riduce i rischi di problemi di cuore rafforzando la circolazione del sangue, rilassando le arterie e abbassando la pressione del sangue
    • Riduce i rischi di morte abbassando la percentuale di mortalità grazie al riequilibrio del benessere generale
    • Rafforza la struttura ossea aituando l’assorbimento del calcio e prevenendo quindi l’osteoporosi e le fratture ossee
    • Aiuta a combattere il tumore rafforzando il sistema immunitario

     Dove si trova:

    15 minuti al sole per tre volte alla settimana

    Dieta di pesci grassi (salmone) e olio di fegato di merluzzo

    Pillole e compresse (dose consigliata tra le 1000 e 2000 unità al giorno). La più potente è la D3

    Fonte: Repubblica del 4 agosto 2009

    Cenni Biografici

    La Dottoressa A. Lorella De Mariani, Biologa Nutrizionista Specialista in Biochimica Clinica,Master di II Livello in Oncologia Integrata, socio dell'Associazione di Ricerca per le terapie Oncologiche Integrate A.R.T.O.I. Collabora con oncologi per calibrare e ottimizzare lo stile di vita e alimentare dei pazienti.  Ha conseguito l’abilitazione alla professione di biologo ed è iscritta all’albo dei biologi dal 17 marzo 1989 n. iscrizione 31855. Si occupa dei meccanismi alla base dei processi degenerativi correlati alla nutrizione: malattie cardiovascolari, malattie autoimmuni, disfunzioni del metabolismo lipidico, diabete, disbiosi intestinali, coliti, allergie/ intolleranze alimentari, alterazioni del peso, alimentazione in età scolare, alimentazione energetica per lo sportivo, alimentazione e autismo, alimentazione e invecchiamento, programmi anti-aging, gravidanza e allattamento, nutrizione oncologica integrata. L’attività consiste soprattutto nella elaborazione di programmi nutrizionali personalizzati, tenendo presente i principi della medicina ortomolecolare, dieta pH, nutriterapia e fitoterapia, con lo scopo di insegnare ai suoi pazienti un regime alimentare conciliabile con la vita quotidiana affinché possano raggiungere un benessere sia fisico che psichico. Biografia: http://www.demariani.it/biografia-lorella-de-mariani/

    Studio di Nutrizione Funzionale: Via B.Ricasoli, 2 Milano - Tel. 348.5473478 - E-mail: studio@demariani.it

    Ok
    Usiamo i cookie per offrire un'esperienza affidabile e personalizzata. Cliccando su Ok o interagendo senza modificare le impostazioni del browser acconsenti all'utilizzo di tutti i cookies di cui fa uso il sito. Cookie Policy