Nuovi Test Diagnostici nei Disordini Intestinali

Nuovi Test Diagnostici nei Disordini Intestinali

0
Nuovi Test Diagnostici nei Disordini Intestinali

Sommario

    CALPROTECTINA
    Il dolore addominale, il classico mal di pancia, è uno dei problemi più frequenti riscontrabili nei soggetti che soffrono di disturbi dell’apparato digerente e che costringe, chi ne é affetto, a rassegnarsi ad una situazione fastidiosa che si ripercuote sulla vita di ogni giorno.
    Il test della calprotectina fecale è un esame affidabile, ripetibile ed eseguibile su un campione di feci. Tale test ha assunto un ruolo di prima scelta nello screening delle patologie addominali dagli esperti del settore.

    La calprotectina è una proteina presente nelle cellule responsabili dell’infiammazione.
    Durante il processo infiammatorio, in seguito alla morte di queste cellule, si ha il rilascio della calprotectina a livello della mucosa intestinale nel sito dell’infiammazione. In seguito al suo rilascio, questa proteina si lega a ioni calcio diventando resistente all’attacco metabolico dei batteri e degli enzimi intestinali (proteasi intestinale).

    In tal modo, la calprotectina è eliminata tramite le feci intatta e, come tale, può essere quantificata e misurata tramite un semplice test di laboratorio. Studi a supporto di questa applicazione indicano che aumentati livelli di Calprotectina fecale si riscontrano soprattutto nelle IBD – Inflammatory Bowel Disease (rettocolite ulcerosa, Morbo di Crohn), in alcune neoplasie del gastroenterico.

    In conclusione, questo test semplice, riproducibile ed economico è principalmente indicato nella diagnosi dei disordini dell’apparato digerente, nel monitoraggio della malattia intestinale cronica, nella rettocolite ulcerosa e nel morbo di Crohn.

    BIBLIOGRAFIA

    1. Tibble, J.A., Sigthorsson, G., Foster, R., Forgacs, I. & Bjarnason, I. Use of surrogate markers of inflammation and Rome criteria to distinguish organic from nonorganic intestinal disease. Gastroenterology123,450-460(2002).

    2. Bonnin Tomas, A., Vila Vidal, M. & Rosell Camps, A. [Fecal calprotectin as a biomarker to distinguish between organic and functional gastrointestinal disease]. Rev Esp Enferm Dig 99, 689- 693(2007).

    3. Suffredini, A.F., Fantuzzi, G., Badolato, R., Oppenheim, J.J. & O’Grady, N.P. New insights into the biology of the acute phase response. Journal of clinical immunology 19, 203-214 (1999).

    4. Dale, I., Brandtzaeg, P., Fagerhol, M.K. & Scott, H. Distribution of a new myelomonocytic antigen (L1) in human peripheral blood leukocytes. Immunofluorescence and immunoperoxidase staining features in comparison with lysozyme and lactoferrin. American journal of clinical pathology84,24-34(1985).

    5. Roseth, A.G., Fagerhol, M.K., Aadland, E. & Schjonsby, H. Assessment of the neutrophil dominating protein calprotectin in feces. A methodologic study. Scandinavian journal of gastroenterology27,793-798(1992).

    6. Fagerhol, M.K. Nomenclature for proteins: is calprotectin a proper name for the elusive myelomonocytic protein? Clinical molecular pathology 49, M74-M79 (1996).

    7. Berni Canani R, T.G., Rapacciuolo L, Miele E, Siani MC, Puzone C, Cosenza L, Staiano A, Troncone R. Faecal calprotectin as reliable non-invasive marker to assess the severity of mucosal inflammation in children with inflammatory bowel disease. Dig Liver Dis (2008).

    8. Roseth, A.G., Schmidt, P.N. & Fagerhol, M.K. Correlation between faecal excretion of indium- 111-labelled granulocytes and calprotectin, a granulocyte marker protein, in patients with inflammatory bowel disease. Scandinavian journal of gastroenterology 34, 50-54 (1999).

    9. Verdu Rico, J., et al. [99mTc-HMPAO-leukocyte-labeled scintigraphy in the detection and followup of inflammatory bowel disease]. An Pediatr (Barc) 64, 457-463 (2006).

    STOOO FLORA SCAN (SFS)

    E’ un sistema di analisi delle feci completo non invasivo per determinare la funzionalità intestinale.

    Il tratto gastro-intestinale è l’organo più attivo del nostro corpo.

    Le sue funzioni sono molteplici: non solo è deputato alla digestione e all’assorbimento dei nutrienti nel cibo, ma è anche un organo molto attivo da un punto di vista immunologico e della produzione di ormoni e neurotrasmettitori.

    Bisogna infatti considerare che l’intestino possiede una quantità di batteri che è 10 volte quella delle altre cellule e che l’80% del sistema immunitario si trova nell’intestino. Quindi l’intestino è l’interfaccia più importante verso l’ambiente circostante.

    Il metabolismo dei neurotrasmettitori, quali dopamina e serotonina, è molto più alto nell’intestino che nel cervello; essi hanno svariati compiti, tra i quali: regolazione del senso di sazietà o fame, del ritmo peristaltico , dell’assunzione del cibo, dell’emozione, della crescita etc.

    E’ dunque ovvio che tutte queste funzioni possono essere realizzate compiutamente solo da un intestino perfettamente funzionale.

    Le proprietà funzionali dell’intestino dipendono principalmente da:

    • La flora intestinale presente e le sue attività metaboliche
    • Il sistema immunitario della mucosa intestinale
    • La permeabilità intestinale
    • La presenza di infiammazioni
    • L’attività del pancreas esocrino
    • La presenza di parassiti
    • Micosi intestinali

    Il test Stool Flora Scan è in grado di determinare tutte queste funzioni attraverso un’analisi completo delle feci.

    Non è un test invasivo ed è sufficiente un campione di feci per completare il test.

    Indicazioni per Stool Flora Scan

    • Diarrea cronica
    • Costipazione cronica
    • Gonfiore
    • Flatulenza
    • Crampi addominali
    • Sovraccarico epatico
    • Mal di testa cronico
    • Affaticamento cronico
    • Depressione

    Anche la cute, in quanto organo primario deputato all’eliminazione di sostanze dell’organismo, è un bersaglio dell’ecosistema intestinale alterato.

    I parametri misurati dal test Stool Flora Scan sono i seguenti:

    Identificazione dei microrganismi più rappresentativi della flora intestinale aerobia ed anaerobia

    Quantificazione della flora probiotica

    Presenza e quantificazione di micosi intestinale

    Presenza e quantificazione di parassiti

    Indicazione del pH per l’attività metabolica della flora intestinale

    Screening dei residui digestivi di sostanze quali fibre muscolari, amido e grassi per verificare eventuale scarsa digestione o malassorbimento

    Determinazione di emoglobina fecale per monitorare la presenza di sangue occulto nelle feci

    Determinazione di IgA secretorie ( un parametro di immunità della mucosa intestinale )

    Determinazione della Calprotectina( principale marcatore di processi infiammatori)

    Determinazione di alpha-1 antitripsina come marcatore di aumentata permeabilità intestinale

    Determinazione dell’Elastasi-1 pancreatica come marcatore dell’attività del pancreas esocrino.

    Cenni Biografici

    La Dottoressa A. Lorella De Mariani, Biologa Nutrizionista Specialista in Biochimica Clinica,Master di II Livello in Oncologia Integrata, socio dell'Associazione di Ricerca per le terapie Oncologiche Integrate A.R.T.O.I. Collabora con oncologi per calibrare e ottimizzare lo stile di vita e alimentare dei pazienti.  Ha conseguito l’abilitazione alla professione di biologo ed è iscritta all’albo dei biologi dal 17 marzo 1989 n. iscrizione 31855. Si occupa dei meccanismi alla base dei processi degenerativi correlati alla nutrizione: malattie cardiovascolari, malattie autoimmuni, disfunzioni del metabolismo lipidico, diabete, disbiosi intestinali, coliti, allergie/ intolleranze alimentari, alterazioni del peso, alimentazione in età scolare, alimentazione energetica per lo sportivo, alimentazione e autismo, alimentazione e invecchiamento, programmi anti-aging, gravidanza e allattamento, nutrizione oncologica integrata. L’attività consiste soprattutto nella elaborazione di programmi nutrizionali personalizzati, tenendo presente i principi della medicina ortomolecolare, dieta pH, nutriterapia e fitoterapia, con lo scopo di insegnare ai suoi pazienti un regime alimentare conciliabile con la vita quotidiana affinché possano raggiungere un benessere sia fisico che psichico. Biografia: http://www.demariani.it/biografia-lorella-de-mariani/

    Studio di Nutrizione Funzionale: Via B.Ricasoli, 2 Milano - Tel. 348.5473478 - E-mail: studio@demariani.it

    Ok
    Usiamo i cookie per offrire un'esperienza affidabile e personalizzata. Cliccando su Ok o interagendo senza modificare le impostazioni del browser acconsenti all'utilizzo di tutti i cookies di cui fa uso il sito. Cookie Policy