A tavola il menù lo decide il DNA

A tavola il menù lo decide il DNA

0
A tavola il menù lo decide il DNA

Sommario

    Arriva la rivoluzione della nutrigenetica: l’unica alimentazione sana e giusta è quella personalizzata “studiamo come i geni regolano la sintesi di proteine ed enzimi in ogni individuo e quindi la sensibilità ai cibi”.Gli esseri umani si godono uno snack o un pasto approssimativamente 86.000 volte nel corso della vita. Con questa frequenza nel consumo di cibo assicurarsi di mangiare bene è vitale per mantenere una buona salute a lungo termine.

    Ma che cosa è “sano”  e “giusto”  dipende molto da chi e da come sei. 

    Alcune persone hanno la pressione alta anche con una dieta priva di sale, mentre altre hanno una pressione normale nonostante un’alimentazione ricca di sodio. Il colesterolo di alcuni sale solo guardando una torta, mentre altri possono mangiare i dolci 5 volte alla settimana ed essere sani e magri. Il segreto? Può essere sintetizzato in una parola: geni. La verità è che un livello ragionevole di esercizio fisico è salutare per il corpo e la mente. Ma per migliorare salute e vitalità il programma di allenamento e di scelte alimentari deve essere adattato ai nostri geni. Abbiamo una miscela di geni buoni e cattivi, ma nessun messaggio genetico è scritto sulla pietra.

    In molti casi è possibile modificare questi messaggi attraverso scelte nutrizionali intelligenti, interagendo così con il nostro destino genetico. Inoltre è anche possibile massimizzare il potenziale genetico e raggiungere il più alto  livello fisico ed intellettuale, minimizzando il rischio di malattie.

    È fondamentale sapere che, mentre i geni determinano il genotipo immutabile del DNA, il nostro stile di vita,  incluso il cibo che mangiamo e le sostanze tossiche a cui siamo esposti determinano quanto queste vulnerabilità influenzano la qualità e la durata della nostra vita (fenotipo).

    È per questo che gli scienziati sono impegnati negli studi sulle relazioni tra geni, alimentazione e stili di vita. Obiettivo: sostituire alle diete standardizzate per tutti, un’alimentazione personalizzata, tarata sul corredo genomico di ciascuno coadiuvata da nutrienti composti su misura.

    Non solo per perdere peso, naturalmente, ma per prevenire malattie e vivere più a lungo e meglio.

    Gli studi evidenziano che siamo per il 99,9% identici a livello di DNA, il rimanente 0,1% è responsabile delle differenze più o meno visibili dal colore dei capelli alla sensibilità alle malattie. Questi cambiamenti infinitesimali dei geni vengono definiti “polimorfismi genetici”.

    L’analisi del polimorfismo genetico, effettuata con un test sul DNA delle cellule della mucosa del cavo orale, ci consente di valutare la predisposizione verso patologie metaboliche come l’obesità ed il diabete, patologie dell’apparato cordiorespiratorio, del sistema nervoso ed immunitario Può essere anche valutato il grado di invecchiamento dell’individuo e stabilito il tipo di alimentazione e le cure nutrizionali.

    La correzione della dieta e lo stile di vita, consente di contrastare la predisposizione verso determinate patologie e di rallentare anche il grado di invecchiamento, utilizzando l’età biologica: si trasforma e si riprogramma il proprio destino genetico con una dieta ed una integrazione nutrizionale personalizzata., come la DIETA GENOMA

    Cenni Biografici

    La Dottoressa A. Lorella De Mariani, Biologa Nutrizionista Specialista in Biochimica Clinica,Master di II Livello in Oncologia Integrata, socio dell'Associazione di Ricerca per le terapie Oncologiche Integrate A.R.T.O.I. Collabora con oncologi per calibrare e ottimizzare lo stile di vita e alimentare dei pazienti.  Ha conseguito l’abilitazione alla professione di biologo ed è iscritta all’albo dei biologi dal 17 marzo 1989 n. iscrizione 31855. Si occupa dei meccanismi alla base dei processi degenerativi correlati alla nutrizione: malattie cardiovascolari, malattie autoimmuni, disfunzioni del metabolismo lipidico, diabete, disbiosi intestinali, coliti, allergie/ intolleranze alimentari, alterazioni del peso, alimentazione in età scolare, alimentazione energetica per lo sportivo, alimentazione e autismo, alimentazione e invecchiamento, programmi anti-aging, gravidanza e allattamento, nutrizione oncologica integrata. L’attività consiste soprattutto nella elaborazione di programmi nutrizionali personalizzati, tenendo presente i principi della medicina ortomolecolare, dieta pH, nutriterapia e fitoterapia, con lo scopo di insegnare ai suoi pazienti un regime alimentare conciliabile con la vita quotidiana affinché possano raggiungere un benessere sia fisico che psichico. Biografia: http://www.demariani.it/biografia-lorella-de-mariani/

    Ok
    Usiamo i cookie per offrire un'esperienza affidabile e personalizzata. Cliccando su Ok o interagendo senza modificare le impostazioni del browser acconsenti all'utilizzo di tutti i cookies di cui fa uso il sito. Cookie Policy