Minerali e dieta

Minerali e dieta

0
Minerali e dieta

Sommario

    Nel corso dell’ultimo decennio la comunità scientifica internazionale è venuta prestando un’attenzione sempre maggiore al ruolo che i minerali (ponderali e in traccia) svolgono nell’ambito dell’equilibrio biologico. Alla molteplicità degli studi che documentano l’importanza dei minerali in termini diagnostici, terapeutici e di prevenzione ha fatto seguito un grosso impulso di innovazione tecnologica e produttiva, che ha dato origine ad una nuova generazione di integratori minerali.

    Il risultato è che, oggi, la terapia coi minerali è passata dal suo status di medicina complementare al ruolo di parametro diagnostico e di strumento preventivo e terapeutico difficilmente trascurabile nella pratica clinica.I minerali organici, sia in quantità ponderale sia in traccia, sono coinvolti in un altissimo numero di processi fisiologici, spesso di vitale importanza.

    Hanno in genere il ruolo di catalizzatori, stimolatori, modulatori, insomma un ruolo di regia.

    Inoltre sono strettamente interdipendenti, sono cioè collegati fra loro da una rete di correlazioni vastissima, di cui soltanto ora si comincia a registrare la complessità. Non c’è quindi da stupirsi se uno squilibrio nel contesto minerale dell’organismo può provocare sintomi in numerosi distretti corporei.

    Oggi, in una situazione ambientale in cui gli equilibri fisiologici sono sistematicamente alterati dalle tecniche dell’agricoltura intensiva, dalla cattiva qualità dell’acqua e dell’aria, e dallo stress cui siamo sottoposti in misura sempre maggiore, gli squilibri minerali sono purtroppo quasi la norma.

    I segnali statisticamente più rilevanti toccano molte aree diverse. Ad esempio: disturbi del carattere, dall’iperattività infantile alla sindrome premestruale, alla depressione; alterazioni dell’immunità, dal ragazzino “che prende tutti i raffreddori” all’adulto a rischio di malattie degenerative; disturbi metabolici, dalla gotta alle forme artritiche, al diabete, alle iperlipidemie; problemi riproduttivi e di funzionalità genitale, sia maschile sia femminile.

    Inoltre uno squilibrio minerale si riflette di norma sulla funzionalità dei tessuti corporei: cute, unghie, capelli rispecchiano con grande fedeltà le carenze organiche, mentre il riequilibrio dà come risultato il riavvicinamento al quadro fisiologico. Il corpo umano è una miniera molto ricca e varia, le cui diverse “vene” svolgono un ruolo importante nel mantenere l’organismo in equilibrio.

    Se di alcuni minerali presenti nell’organismo umano (come il Calcio e il Fosforo ad esempio) conosciamo bene da tempo sia la presenza che la funzione, di altri stiamo scoprendo le vere potenzialità solo da alcuni anni.

    Ma oggi fattori come l’inquinamento ambientale e un’alimentazione basata su cibi prodotti e lavorati industrialmente, rischiano di alterare l’equilibrio naturale dei minerali buoni  presenti nell’organismo umano; per non parlare dei pericoli che vengono alla salute dall’assorbimento dei minerali tossici,  sempre più presenti nell’ambiente. È quindi importante conoscere lo stato di sfruttamento della nostra miniera interna, attraverso efficaci metodi di accertamento (come il MINERALOGRAMMA ), che ci permettono di valutare la presenza (in eccesso o carenza) dei diversi minerali.

    Il riequilibrio minerale dell’organismo, raggiungibile con l’uso di  integratori  o con una maggiore attenzione a certe nostre abitudini alimentari, appare oggi come una delle strade più naturali per aiutarci a prevenire e curare numerose patologie e disturbi.

    MINERALI E DIETA La carenza o l’eccesso di un minerale non indica necessariamente uno squilibrio alimentare o una particolare situazione clinica; può indicare l’uno o l’altra, o una combinazione di entrambi, e soprattutto può avere significati diversi in contesti e in soggetti diversi.

    Per questo è molto importante l’intervento interpretativo dello specialista, che conosce le abitudini della persona e la sua storia clinica, passata e attuale. Prima di modificare le proprie abitudini alimentari è opportuno consultare lo specialista  almeno in queste condizioni: intolleranze  e allergie alimentari; insufficienza renale e dialisi; diabete e altre malattie metaboliche; gravidanza,  celiachia e altre malattie intestinali importanti (es. colite ulcerosa, Crohn, stipsi, diarrea, ecc ); alterazioni del peso e disturbi del  comportamento alimentare . Esistono però alcune configurazioni – cioè particolari risultati – che consentono di proporre schemi dietetici e correttivi sicuramente validi e privi di rischi, anche sulla base del solo mineralogramma .

    Cenni Biografici

    La Dottoressa A. Lorella De Mariani, Biologa Nutrizionista Specialista in Biochimica Clinica,Master di II Livello in Oncologia Integrata, socio dell'Associazione di Ricerca per le terapie Oncologiche Integrate A.R.T.O.I. Collabora con oncologi per calibrare e ottimizzare lo stile di vita e alimentare dei pazienti.  Ha conseguito l’abilitazione alla professione di biologo ed è iscritta all’albo dei biologi dal 17 marzo 1989 n. iscrizione 31855. Si occupa dei meccanismi alla base dei processi degenerativi correlati alla nutrizione: malattie cardiovascolari, malattie autoimmuni, disfunzioni del metabolismo lipidico, diabete, disbiosi intestinali, coliti, allergie/ intolleranze alimentari, alterazioni del peso, alimentazione in età scolare, alimentazione energetica per lo sportivo, alimentazione e autismo, alimentazione e invecchiamento, programmi anti-aging, gravidanza e allattamento, nutrizione oncologica integrata. L’attività consiste soprattutto nella elaborazione di programmi nutrizionali personalizzati, tenendo presente i principi della medicina ortomolecolare, dieta pH, nutriterapia e fitoterapia, con lo scopo di insegnare ai suoi pazienti un regime alimentare conciliabile con la vita quotidiana affinché possano raggiungere un benessere sia fisico che psichico. Biografia: http://www.demariani.it/biografia-lorella-de-mariani/

    Studio di Nutrizione Funzionale: Via B.Ricasoli, 2 Milano - Tel. 348.5473478 - E-mail: studio@demariani.it

    Ok
    Usiamo i cookie per offrire un'esperienza affidabile e personalizzata. Cliccando su Ok o interagendo senza modificare le impostazioni del browser acconsenti all'utilizzo di tutti i cookies di cui fa uso il sito. Cookie Policy