Nutrizione Oncologica

ALIMENTAZIONE, UN AIUTO PER PREVENIRE I TUMORI FEMMINILI

Qui di seguito il video dell' intervista pubblicata sul Giornale  "Il Cittadino" il 23 Novembre 2017, dove la Dottoressa De Mariani Lorella ci parla dell'importanza di una sana alimentazione per prevenire tumori e recidive. https://drive.google.com/file/d/ 1KDyK3LxlqQJUPl6zSk-V8wrctRhc80Yd/view continua la lettura [...] Articolo Completo

I FATTORI DI RISCHIO METABOLICI NEI TUMORI

Numerosi studi epidemiologici e clinici hanno ormai confermato la relazione causale tra l’accumulo adiposo e l’incidenza tumorale. In particolare è stato osservato che all’aumentare dell’Indice di Massa Corporea (kg/m2) il rischio di ammalarsi di tumore è più alto, soprattutto per quanto riguarda il tumore all’utero, al fegato, al rene, al colon-retto, alla prostata ed alla mammella. Ciò vale ancor di più se il grasso è localizzato a livello addominale. In aggiunta i pazienti oncologici continua la lettura [...] Articolo Completo

LA RESTRIZIONE CALORICA COME STRATEGIA DI SUPPORTO ONCOLOGICO

Mangiare poco, si sa, fa bene per la salute e per prevenire le malattie. Questo vale anche per i tumori? Andiamo a scoprirlo… Con il termine restrizione calorica si intende un intervento nutrizionale che si basa sull’apporto di un quantitativo di calorie inferiore rispetto al proprio consumo energetico. Questo stile alimentare è stato oggetto di numerosi studi che ne hanno confermato gli effetti benefici sulla salute sia negli animali che nell’essere umano. In particolare gli esperimento continua la lettura [...] Articolo Completo

METTERE “A DIETA”IL TUMORE CON LA CHETOSI

L'utilizzo della dieta chetogenica per trattare i tumori ha origine dalle osservazioni del fisiologo Otto Warburg, premio Nobel per la Medicina nel 1931, il quale scoprì che le cellule tumorali hanno un utilizzo predominante della "glicolisi anaerobia" (effetto Warburg) e cioè sono in grado di utilizzare lo zucchero (glucosio) presente nel sangue, senza passare attraverso l'ossidazione, sia in presenza sia in assenza di ossigeno. Questa caratteristica ha chiarito che le cellule cancerogene hanno continua la lettura [...] Articolo Completo

LA PSICONCOLOGIA E L’ESPERIENZA DELLA MALATTIA

La nascita e lo sviluppo dei tumori dipendono da un processo multifattoriale, secondo cui più agenti differenti possono dare il loro contributo, tra cui quelli di natura psicologica. In maggior dettaglio le influenze della psiche sui tumori possono essere di tipo diretto o indiretto. Le prime si basano sullo stretto legame tra il benessere psicologico e la funzionalità del sistema immunitario, che è coinvolti nel riconoscimento e nella neutralizzazione dei virus cancerogeni (HPV, HSV, HIV) o delle continua la lettura [...] Articolo Completo

IL FILO NASCOSTO TRA LA PSICHE ED I TUMORI

Lo sapevate che c’è un collegamento tra lo stress psicologico e le malattie tumorali? Da molti anni ormai gli esperimenti sugli animali hanno dimostrato una relazione tra lo stress e la compromissione delle difese immunitarie, che costituiscono sistema deputato alla risposta fisiologica contro le cellule tumorali. E che cosa ci dicono i risultati sugli umani? L’influenza della psiche sulle malattie oncologiche è stata per lungo tempo mistificata e non tenuta in debito conto, in quanto la continua la lettura [...] Articolo Completo

L’AMBIENTE:PROTAGONISTA ATTIVO NELLE MALATTIE TUMORALI

A partire dal XX secolo la specie umana ha immesso nell’ambiente una quantità enorme di molecole artificiali, che hanno trasformato in lungo e in largo interi ecosistemi del nostro pianeta. Questi cambiamenti hanno assunto caratteristiche tanto drammatiche da provocare ripercussioni sulla salute, in quanto è noto che i fattori ambientali giocano un ruolo preponderante nello sviluppo e nel mantenimento delle malattie. Da più di un secolo si assiste parallelamente ad una drammatica riduzione delle continua la lettura [...] Articolo Completo

Cancro, Acidosi e Alimentazione alcalina

Nelle cellule sane la respirazione cellulare avviene in presenza di ossigeno. Quando vi è una diminuzione di ossigeno nella cellula, essa fermenta, ossia compie una respirazione anaerobica, bruciando zuccheri al posto dell’ossigeno. Numerosi esperimenti hanno accertato che: 1) in tutte le cellule sane la respirazione avviene con ossigeno; 2) in tutte le cellule tumorali vi è fermentazione, ossia respirano zuccheri al posto dell’ossigeno; 3) il cancro si forma esclusivamente in cellule continua la lettura [...] Articolo Completo

Studio di Nutrizione Funzionale: Via B.Ricasoli, 2 Milano - Segreteria T. 039.2914149 - E-mail: studio@demariani.it

Ok
Usiamo i cookie per offrire un'esperienza affidabile e personalizzata. Cliccando su Ok o interagendo senza modificare le impostazioni del browser acconsenti all'utilizzo di tutti i cookies di cui fa uso il sito. Cookie Policy